Estrazione denti giudizio Catania

Estrazione denti giudizio Catania

I denti del giudizio, definiti anche terzi molari o ottavi, a causa della filogenetica riduzione della lunghezza dei mascellari e della scomparsa dell'occlusione d'usura, tipica dell'uomo primitivo, tendono, nell'uomo civilizzato, a non trovare il loro spazio eruttivo, rimanendo inclusi o seminclusi. La loro frequente estrazione, come conseguenza obbligata, rappresenta da sempre una di quelle procedure che hanno contribuito a rendere l’immagine del dentista poco gradita. Questo è dovuto al fatto che nel recente passato la figura del dentista generico si doveva preoccupare della patologia orale nel senso più ampio del termine, affrontando la richiesta pressante dei suoi numerosi pazienti in relazione a situazioni cliniche spesso molto diverse tra loro, e pertanto difficili da gestire al meglio. Con il progredire del livello socio economico della maggior parte della gente, si è venuta a delineare la necessità di prestazioni sempre più accurate, mettendo così gli operatori dell’odontoiatria nell’obbligo di una formazione ultraspecialistica mirata a settori sempre più ristretti dell’odontoiatria. Questo meccanismo, chiaramente, vale anche per l’estrazione dei denti del giudizio, che rientra nelle pratiche di routine della chirurgia orale. Oggi, infatti, la maggior parte dei pazienti richiede prestazioni che non implichino una grande capacità di sopportazione da parte sua, sia in termini di durata che in termini di dolore. Esortati, quindi, dai propri pazienti, gli odontoiatri che si occupano della chirurgia odontostomatologica hanno perfezionato le proprie tecniche chirurgiche, fino a limitare al minimo il disagio intra e postoperatorio, in particolare nei casi di denti inclusi. In questo senso l’evento chirurgico non deve più rappresentare il tabù da allontanare ad ogni costo, ma una delle tante pratiche odontoiatriche di routine, da effettuate per ripristinare la salute nella bocca.

Dal punto di vista tecnico, l’estrazione dei denti del giudizio può richiedere un intervento più o meno invasivo a seconda della posizione del dente e dei suoi rapporti con le strutture anatomiche circostanti. In molti casi il terzo molare assume una posizione del tutto analoga a quella degli altri molari, e ad essi parallela, e la sua estrazione generalmente non presenta grandi difficoltà, né richiede un approccio chirurgico. Cosa che si traduce in un grande vantaggio per il paziente. Quando, invece, la posizione di questo elemento dentario è orizzontale e perpendicolare all’asse del dente contiguo, la sua estrazione è più problematica, e richiede un approccio chirurgico ben consapevole dell’anatomia della zona e della tecnica di estrazione più veloce e più “innocua” per il paziente. In ogni caso, il dolore e il gonfiore che seguono l'intervento di estrazione dei denti del giudizio durano solo qualche giorno, e già nella terza giornata, solitamente, tutto torna alla normalità. La terapia farmacologia, poi, fornisce un validissimo supporto, mettendo al riparo da infezioni batteriche con l’assunzione dell’antibiotico, e minimizzando i sintomi dell’infiammazione postoperatoria grazie agli antidolorifici-antiinfiammatori.

 

 

Il 10% dei guadagni dello Studio Dentistico Dott. Gisabella viene devoluto in beneficenza nei confronti di : Telethon, Associazione "Azzurro e Rosa", e per l’acquisto di prodotti equo-solidali.  


 

 

Studio Dentistico - Dentista - Dentista Catania - Dentista Sicilia - Odontoiatra Catania

Chiama Ora
+39095505729